Quando arriviamo in questo periodo dell’anno , i nostri “difetti” estetici vengono fuori come lumache dopo una intensa giornata di pioggia.

Disperatamente , ci si reca in un centro fitness o da un personal trainer , in cerca di un aiuto o di un “miracolo” che nemmeno in un film , sarebbe credibile.  Quindi cosa dobbiamo fare?

Il mio consiglio è di intraprendere un’attività fisica a prescindere; i benefici di essa non li sto cerco ad elencarli , si trovano “spiattellati” da tutte le parti (internet , libri del settore..) , diventerei monotono nel fare l’elenco della spesa . Il primo passo è stabilire quale attività fare, affidarsi a un personal trainer e/o a un centro fitness che abbia del personale qualificato ed avere pazienza , tanta pazienza.

Iniziare gradualmente , due volte la settimana può essere sufficiente per un soggetto sedentario (da valutare l’età della persona in questione) . Abbiamo bisogno di  “adattarsi” al nuovo stile di vita ; successivamente si può aumentare l’attività e a ruota l’intensità dell’allenamento.

Spesso, ci facciamo prendere dalla voglia di arrivare subito all’obiettivo prefissato e iniziamo a frequentare l’attività tutti i giorni , come un’atleta professionista. Statisticamente chi fa così, abbandona dopo poco o per “noia” o perchè i miglioramenti iniziali , sono in stand-by.

Se devo fare una stima , dopo due al massimo tre mesi si interrompe l’attività. Di chi sono le colpe? Del personal trainer ? se ne cerca un altro ; del centro fitness ? andiamo a provare in quello più vicino. Dell’attività scelta? La cambiamo, invece di fare attività in palestra vado in piscina , o a giocare a tennis a correre fuori all’aria aperta; faccio altre attività. Magari , non pensiamo che i primi a sbagliare siamo noi stessi e scarichiamo le colpe  agli altri.

L’errore è di chi smette a prescindere , è una sconfitta con se stesso.

L’unico consiglio che posso dare è non smettere di fare attività fisica , il tuo corpo ti ringrazierà.

Sconfiggi il tuo nemico .

A presto

Luca

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *